Si potrebbe andare a Stoccolma – Il miracolo del Sirius, il dramma di un portiere

ImmagineOgni volta che viaggio per una partita ho sempre qualche racconto divertente da portare a casa, ma oggi, apparte lo smarrimento alla stazione di Stoccolma Centrale nel tentativo di trovare il binario giusto, ho semplicemente il cervello spappolato e stanco.

Frutto di una partita, amichevole, il cui senso è oscuro ai più, fra l’AIK Stoccolma e il Sirius, formazione di Uppsala neopromossa in Serie B. Le due squadre hanno dato vita ad una partita incredibilmente interessante, terminata 3-3 e alla conclusione della quale c’è solo da fare gli applausi al Sirius, che non a caso ha vinto il proprio girone di D1 con un vantaggio mostruoso sulla seconda.

Il neo più grande della partita rimane l’errore del portiere Jonas Olsson, classe ’94, da cui nasce anche un mio errore marchiano. Il giovane estremo difensore dell’AIK, sull’1-1, ha passato il pallone non ad un compagno, bensì ad un attaccante del Sirius che, giusto per ringraziarlo, lo ha scartato appoggiando in rete. Io, nella foga, non mi sono accorto di aver segnalato il gol a favore dei gialloneri e non per il Sirius. Dramma e sconforto, specie se per un errore del genere finisci per non essere pagato.

Per la verità, all’AIK quest’anno c’è stato un portiere a cui è andata peggio. Molto peggio. Il campionato era iniziato appena da un mese e Ivan Turina, estremo difensore croato, era dovuto uscire per uno strappo muscolare. La notizia non è tanto questa, quanto quella che per lui, la trasferta di Gefle, sarebbe stata l’ultima della sua vita. Pochi giorni dopo, infatti, è morto nel sonno lasciando sgomento il mondo del calcio. Gli fu fatale un’aritmia cardiaca congenita.

La partita successiva, era l’attesissimo scontro diretto contro l’IFK Goteborg e venne ricordato con una cerimonia gigantesca. Un qualcosa che quasi riconcilia il calcio con l’umanità.

Da lì l’AIK ha fatto un giro di valzer di portieri, passando dal greco-canadese Stamatopoulos (ieri non presente perchè impegnato con la nazionale nordamericana) a Sjögren, fino a testare ieri il giovane Olsson, il quale, però, prima di compiere quell’errore sotto porta, ha effettuato una parata da metri zero su un colpo di testa avversario. Nel Sirius, da tenere d’occhio Moses Ogbu (nella foto, a sinistra) e Stefan Silva.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...