Slut

2014-07-14 21.21.14No, questo blog non si è convertito in un sito porno o di incontri clandestini. “Slut”, in svedese, significa “Fine” e, questo post, titola così dal momento in cui la mia esperienza svedese è finita col volo di ieri delle 15:50 dal City Airport di Goteborg.

Il momento più difficile è stato questa mattina, quando ho riposto, nei mobili della camera, i vestiti che negli ultimi tre anni ho tenuto in qualche appartamento di Milano, Orebro o Goteborg.

L’ultima settimana l’ho trascorsa a Goteborg per lavorare alla Gothia Cup, della quale ho parlato più volte in quest’ultimo anno. Tra le altre cose, ho avuto l’onore di entrare in campo durante la cerimonia di apertura con i portabandiera maltesi, gli Xghajra Tornadoes, e ho conosciuto i bambini della rappresentativa della Mongolia.

Ho calcolato che, negli ultimi 11 mesi (di cui quattro di totale pausa invernale), ho visto oltre ottanta partite dal vivo allo stadio e non so quante persone sulla Terra possano dire di aver fatto altrettanto.

La nostalgia è forte, terrò aperto questo blog per due motivi: ci sono dei pezzi di cui vado davvero orgoglioso, e poi sono convinto che, per la Svezia, è solo un arrivederci molto molto breve.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...